in:

Ancora un arresto per stalking: in manette il titolare di una pizzeria, che tormentava una donna di Palagano.

Ha iniziato con i messaggi sul telefonino, frasi esplicite che mostravano tutto l’ardore della passione che provava. Ma la donna oggetto di tanto interesse, di queste avance non ne voleva sapere, e immancabilmente cancellava gli sms. Così l’uomo, un 43enne di Palagano, titolare di una pizzeria, ha cominciato ad aspettarla davanti alla scuola elementare del paese, dove la signora lavora. Una presenza imbarazzante e fastidiosa, ma ancora innocua. I continui rifiuti, però, invece di far desistere il persecutore gli hanno infiammato l’animo, e quindi ha deciso di andare oltre. E in strada, in centro a Palagano, ha più volte affrontato l’oggetto del desiderio, con violente scenate di gelosia e pesanti minacce. La donna, coetanea e compaesana del persecutore, a quel punto, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri di Montefiorino, che ieri pomeriggio sono intervenuti durante l’ennesima aggressione verbale pubblica. Vista la situazione, le minacce, e lo stato di angoscia della vittima, che cominciava a temere per se stessa e per i famigliari, i militari hanno accompagnato l’uomo in caserma. E lì sono scattate le manette, l’accusa per il ristoratore è di stalking.


Riproduzione riservata © 2018 TRC