in:

Incendio la scorsa notte alla Nichel cromo di Mirandola: i vigili del fuoco hanno impiegato sei ore per domare le fiamme e mettere in sicurezza la zona. Il problema erano gli acidi presenti nell’azienda, sul posto anche l’Arpa.

L’incendio, partito da un quadro elettrico forse per un corto circuito, si è in fretta propagato all’interno della Nichel cromo, azienda che si occupa di cromature e finiture del metallo e delle materie plastiche, e che ha sede in via Galvani 36, a Mirandola. Le fiamme non erano particolarmente devastanti, ma il pericolo era rappresentato dagli acidi cloridrico e nitrico presenti all’interno dell’edificio, e che servono per le lavorazioni. Una piccola cisterna è esplosa, provocando gas e fumo. Ma a preoccupare era soprattutto un contenitore con ammoniaca, che fortunatamente non è stato intaccato dalle fiamme. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco da San Felice, Carpi e Mirandola, anche i tecnici Arpa: non sono comunque stati rilevati rischi per la salute a causa delle esalazioni. Le sette squadre dei pompieri intervenute, comunque, come da protocollo, sono state visitate in pronto soccorso per sicurezza. Nessun dubbio sulle cause accidentali: la fabbrica era chiusa al momento dell’arrivo dei soccorsi, nessun ingresso era stato forzato.


Riproduzione riservata © 2017 TRC