in:

Un minorenne arrestato e altri quattro denunciati. E’ questo il bilancio di una operazione antidroga portata avanti dai carabinieri di Pavullo. Non è escluso che i ragazzi spacciassero a scuola.

Questa mattina i carabinieri di Pavullo hanno svolto un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Un minorenne è stato arrestato e portato all’Istituto Penale minorile di Bologna; mentre altri quattro ragazzi tra i 16 e i 18 anni sono stati denunciati. Nel corso dell’operazione antidroga sono state compiute diverse perquisizioni nelle case dei ragazzi a Pavullo e a Lama Mocogno e sono stati trovati più di due etti di hashish e vario materiale utilizzato per il confezionamento. La droga era già pronta per essere venduta nelle piazze e nelle strade di Pavullo, divisa in piccole dosi da due grammi. Tutti i cinque ragazzi sono studenti di un istituto superiore cittadino e non è quindi da escludere la possibilità che lo stupefacente potesse essere smerciato a scuola. I militari hanno interrotto così l’attività di questa banda di spacciatori minorenni. Sempre a Pavullo domenica scorsa erano stati denunciati altri sei minorenni trovati intenti a rubare all’interno di un supermercato. Tentata truffa a Vignola In questi giorni alcuni vignolesi hanno ricevuto una tlefonata da sedicenti volontari della Pubblica Assistenza di Vignola che chiedevano contributi in denaro. Una di queste telefonate è stata fatta proprio ad una volontaria del servizio che ha immediatamente smascherato il truffatore. Il presidente della Pubblica Assistenza Stefano Barbieri si raccomanda di diffidare. Scritte contro Marco Biagi “Non pedala più” è la frase, firmata dalle Br, che è comparsa a Firenze su un manifesto che pubblicizzaca un convegno sul lavoro in programma a maggio. Il riferimento è all’abitudine del professore dell’Università di Modena Marco Biagi, ucciso a Bologna nel 2002. Accertamenti sull’epidosio sono in corso da parte della Digos.


Riproduzione riservata © 2017 TRC