in:

Un’anziana modenese è stata denunciata: ha ereditato alcune armi ma non riesce più a ritrovarle tutte. La polizia avverte: pistole e fucili vanno custodite con cura.

Una modenese di 80 anni è stata denunciata per aver detenuto in modo non idoneo alcune armi. La signora, infatti, che ha ereditato pistole e fucili da un parente, tutte regolarmente registrate, con il tempo ha smesso di prendersene cura. Una delle pistole era così finita in un garage di Vaciglio che la donna ha dato in affitto: a trovare l’arma l’inquilino, che ha avvertito la polizia. Una altra pistola non si trova più e la donna non sa dare spiegazione. Anche i fucili erano conservati non in modo corretto e sono stati sequestrati. La questura avverte che le armi vanno custodite a norma di legge, perché comunque potenzialmente sempre pericolose, soprattutto se finiscono nelle mani sbagliate, come quelle di un bambino, ad esempio. E’ una bomba! No, peperoncinoQuando ha notato uno strano barattolo appoggiato sull’auto che aveva parcheggiato dove lavora, in via Finlandia, a Modena, si è spaventato e ha chiamato la polizia. Temeva una bomba, e questo ha detto agli agenti: Immediata la mobilitazione, allontanate alcune persone dalla zona e avvisati gli artificieri. Ma nel barattolo, ha poi scoperto l’uomo, di esplosivo c’era solo il peperoncino calabrese. Si trattava infatti di una salsa lasciata da un amico del modenese, come l’uomo poi ha ricordato. Ubriachi al volanteControlli sulle strade modenesi da parte dei carabinieri. A Modena denunciati quattro automobilisti per guida in stato di ebbrezza, stessa sorte per un nautista a Pavullo, mentre a Formigine un artigiano 35enne di Maranello è finito in manette. Sorpreso a guidare ubriaco, si è scagliato contro i militari per evitare il controllo. Sorpresi ragazzini a rubareErano entrati in un supermercato di via Bellei, a Pavullo. Sei giovani studenti all’apparenza tranquilli e in vena di acquisti, che però hanno cominciato a infilarsi nelle tasche generi alimentari di ogni tipo. La manovra è stata notata dal personale, che ha avvertito il 112. I carabinieri hanno così colto i ragazzi, tra i 15 e i 18 anni, in flagranza: avevano nascosto merce per 300 euro. Ubriaco e manesco, ai domiciliariE’ finito in manette un napoletano di 43 anni, che lo scorso novembre aveva provocato un incidente a Castelfranco perchè guidava ubriaco. L’uomo, all’arrivo dei carabinieri per i rilievi, aveva cercato di allontanarsi e poi aveva aggredito i militari che tentavano di fermarlo. Non pago, dopo poche ore, si è era presentato in caserma e aveva minacciato i presenti con un coltello da cucina. A suo carico, nei giorni scorsi, è stato quindi emesso ordine di custodia cautelare, il 43enne si trova ora ai domiciliari. Preso spacciatoreI carabinieri di Pavullo hanno arrestato un 23enne del Marocco, sorpreso, sabato sera, a vendere hascisc a un 21enne del posto. Controlli a CarpiNonostante siano frequenti le segnalazioni da parte di cittadini sulla presenza di stranieri, probabilmente clandestini, che recano disturbo, in alcune zone calde di Carpi, i controlli di polizia di Stato e polizia municipale, svolti questa mattina, non hanno riscontrato veri problemi. Nei 15 appartamenti ispezionati tra via Milano, via Martiri di Belfiore e anche via Costa, non sono stati trovati clandestini. Elevate solo due sanzioni.


Riproduzione riservata © 2017 TRC