in:

Preoccupante episodio di bullismo ieri pomeriggio alle medie Ferraris di Modena. Protagonisti in negativo due 14enni italiani. La scuola chiede aiuto al territorio per la gestione dell’emergenza educativa.

Tempi difficili per la scuola modenese da cui provengono segnali inquietanti. A pochi giorni dall’aggressione subita da una bidella del Cattaneo che aveva cercato di allontanare un intruso dall’istituto, un altro episodio per certi versi analogo si è verificato ieri pomeriggio, questa volta alle medie Ferraris di via Divisione Acqui. Protagonisti in negativo due quattordicenni italiani, entrambi ripententi e già sottoposti a provvedimenti disciplinari per via di una condotta non proprio irreprensibile. Per uno dei due, in particolare, la scuola aveva appena optato per la sospensione. Nonostante la punizione, il ragazzo si è presentato ugualmente in via Divisione Acqui. Qui si è sdraiato sul davanzale di una finestra, forse un atto di sfida nei confronti della bidella che, preoccupata, ha avvertito la polizia. Sembrava tornato tutto alla normalità e, invece, nemmeno mezz’ora dopo, il bullo si è ripresentato a scuola, questa volta in compagnia di un amico. I due hanno preso a calci e pugni la porta d’ingresso e quando la bidella si è decisa a farli entrare l’hanno spintonata, facendola cadere a terra. La donna ha dovuto ricorrere alle cure dei medici del Policlinico per una distorsione alla caviglia. I due giovanissimi, invece, sono stati affidati alle famiglie. Nei loro confronti potrebbe scattare una denuncia. La scuola intanto si interroga su cosa fare di fronte a episodi così gravi: “Speriamo di avere la collaborazione degli enti e delle organizzazioni che operano sul territorio – dicono dalla dirigenza della Ferrarsi – al fine di poter coordinare nuovi interventi educativi”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC