in:

Lo scorso ottobre erano stati trovati in un canale della provincia di Bologna.i cadaveri di due albanesi residenti in città. Oggi la svolta con l’arresto di un 33enne italiano.

La polizia di Bologna questa mattina ha arrestato, su ordine di custodia cautelare, il presunto assassino di due cuochi albanesi, residenti a Modena, trovati dopo giorni dentro un auto in un canale di San Matteo della Decima, nel bolognese. Secondo gli inquirenti a compiere il delitto sarebbe stato un italiano di 33 anni, di cui non è stato diffuso il nome. Nikolla Ekonomi, 27 anni, e Shkelzen Allkan, 20 anni, erano stati trovati lo scorso 6 ottobre, erano stati uccisi con un colpo di pistola alla testa, la loro auto era poi stata fatta cadere nel fiume. Ekonimi, diplomato cuoco a Serramazzoni, abitava ancora con i genitori in via Emilia ovest 760, a Modena, l’amico aveva invece da poco affittato, da solo, un appartamento di via Paganini 51. Le famiglie non hanno mai saputo spiegarsi l’accaduto, mentre la polizia ha sempre parlato di un regolamento di conti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC