in:

Per convincere la moglie a tornare a casa ha minacciato i figli, due adolescenti, con un coltello. I ragazzi sono stati liberati dai carabinieri che hanno fatto irruzione nella casa dove erano tenuti come ostaggi. Le altre news di cronaca.

Lui, 44 anni, originario di Napoli, disoccupato e con qualche piccolo precedente alle spalle, era da tempo che tormentava la moglie di un anno di più giovane. Nella loro casa in centro a Serramazzoni la donna aveva subito più volte angherie. Ora che i figli, due ragazzi di 15 e 20 anni, non erano più così piccoli la 43enne aveva deciso di liberarsi dal gioco del marito. E si era trasferita temporaneamente da alcuni parenti a Maranello. Sabato sera però viene raggiunta al telefono dal marito: con voce alterata dall’ira lui ha detto alla consorte che se non fosse tornata subito a casa avrebbe ucciso i due figli. La donna, allarmata, ha chiamato subito il 112: i carabinieri di Pavullo sono arrivati alla casa in pochi minuti, con sirene e lampeggianti accesi. I ragazzi, quando hanno visto la pattuglia del radiomobile in strada, hanno cominciato a gridare, a chiedere aiuto dalla finestra. Ma il padre, che brandiva un coltello, non voleva aprire. I militari per entrare, temendo che i ragazzi potessero restare feriti, hanno sfondato la porta. Anche a quel punto l’uomo non ha voluto arrendersi: si è scagliato contro gli uomini in divisa, provocando a uno dei due lesioni guaribili in 10 giorni. Alla fine il 44enne è però stato ammanettato. E’ stato portato a Sant’Anna, i figli sono con la madre. Rapina in un negozio di via Gallucci E’ entrato, sabato sera, nel negozio di alimentari al civico 4 di via Gallucci, a Modena. Il ragazzo, italiano, ha preso dallo scaffale una bottiglia di liquore, poi si è avviato all’uscita con la chiara intenzione di non pagare. Il titolare dell’esercizio, un 34enne del Bangladesh, ha avvicinato il giovane chiedendo che saldasse il conto o restituisse la bottiglia. L’italiano per tutta risposta ha spintonato il commerciante, facendolo cadere a terra. Prima di scappare, il malvivente ha strappato dal polso del 34enne anche l’orologio, poi si è dileguato per le vie del centro. Indagano i carabinieri. Salvato scialpinista in AbruzzoUn 50enne modenese è rimasto ferito ieri a Monte Corvo, L’Aquila, durante un’escursione. L’uomo, scialpinista, era arrivato assieme a due amici a 1.700 metri di quota quando è stato colpito a una gamba da un masso che si era staccato da una parete. Immediato l’allarme al Soccorso alpino: sul posto è arrivato l’elicottero ma le operazioni di salvataggio sono state rese difficili da pioggia e vento. Alla fine comunque il modenese è stato trasportato in ospedale. Carambola sulla via Emilia Spettacolare incidente, questa mattina, a Modena, in via Emilia ovest, fortunatamente senza gravi conseguenze. Alle 10.30 circa, poco dopo l’incrocio con via Virgilio, pare a causa di un sorpasso azzardato, si sono scontrate frontalmente una Megane e una Bmw, che procedevano rispettivamente verso Reggio Emilia e verso Modena centro. La Megane, guidata da un ragazzo rimasto illeso, si è rovesciata su un lato. Entrambe le vetture sono finite nel parcheggio di un bar, fortunatamente vuoto perché il locale era chiuso per la festività. Ferito, ma in modo lieve, il conducente della Bmw, portato a Baggiovara. Gli air bag sono scattati in entrambe le auto. Sul posto per i rilievi la polizia municipale. Chiuso per qualche tempo un tratto della strada.


Riproduzione riservata © 2016 TRC