in:

Due anziani sono stati aggrediti e malmenati ieri sera, nella loro casa, mentre dormivano. I tre malviventi hanno portato nemmeno 200 euro. E’ accaduto a Cavezzo, torna l’incubo delle rapine in villa.

Due anziani sono stati aggrediti e malmenati ieri sera, nella loro casa, mentre dormivano. I tre malviventi hanno portato nemmeno 200 euro. E’ accaduto a Cavezzo, torna l’incubo delle rapine in villa……. Erano le 21.30 di ieri, Adelmo Fini, 87 anni ad agosto, e la moglie Carmen Molinari, che ha un anno in più, erano già andati a dormire, erano nel loro letto al buio. A un certo punto hanno sentito un forte rumore e un attimo dopo Adelmo Fini si è trovato davanti tre uomini con il passamontagna sul volto e una torcia in mano. I rapinatori lo hanno picchiato al volto violentemente, prima ancora di chiedere dove fossero i soldi. Poi hanno preso il portafoglio dai pantaloni e arraffato 177 euro. Il pensionato, che ha riportato lievi ferite anche a una mano, e la moglie sono successivamente stati legati con un filo elettrico trovato nella casa di via Cavour 107, a Cavezzo. I tre malviventi sono così scappati. Adelmo Fini quando si è liberato ha chiamato i carabinieri. La moglie è stata dimessa dall’ospedale solo in tarda mattinata: non è stata picchiata come il marito ma era sotto choc. Una violenza inutile e inaudita, dicono anche gli inquirenti, quella usata nella rapina di ieri sera. Ad essere colpita una vecchia casa di campagna dove i due coniugi, che hanno una figlia di 59 anni, vivono da quando sono spostati. Un’abitazione che non attira l’attenzione, la casa di due contadini, lui in passato è stato anche guardiacaccia. La rapina, vista la violenza usata e le vittime colpite, ha destato molta apprensione a Cavezzo. Questa mattina nuovo sopralluogo dei militari: i malviventi sono probabilmente entrati dal retro del giardino e hanno facilmente poi aperto la vecchia porta di legno della casa. Potrebbe trattarsi sempre della stessa banda che da qualche tempo imperversa nelle campagne modenesi.


Riproduzione riservata © 2016 TRC