in:

Una 50enne di Sassuolo, depressa per la situazione di crisi dell’azienda di famiglia, ha tentato il suicidio. Fortunatamente è stata salvata dagli agenti di polizia.

 Una donna di Sassuolo è stata salvata ieri dagli agenti di polizia. Gravemente depressa a causa della crisi dell’azienda paterna, la 50enne aveva tentato di togliersi la vita. Il marito, preoccupato per la scomparsa della moglie, aveva dato l’allarme alle forze dell’ordine, dopo aver trovato un biglietto sul quale la donna aveva preannunciato la volontà di compiere il gesto disperato. Dopo accurate ricerche che hanno coinvolto dodici uomini della polizia, è stata ritrovata prima l’auto con dentro la borsetta della 50enne e poi, in un’abitazione utilizzata dalla sua famiglia è stata rintracciata la donna riversa al suolo, priva di conoscenza e con le vene dei polsi tagliate. Aveva assunto anche una massiccia dose di psicofarmaci. Gli agenti hanno aiutato la sassolese a riprendere la respirazione. Sul posto anche i sanitari del 118 che l’hanno portata in ospedale. Ora la donna, madre di due figli, è stata giudicata fuori pericolo, ha spiegato che il dissesto dell’azienda paterna l’aveva portata alla disperazione. Da tempo la donna era in cura per depressione. Furto con destrezza, preseSi erano presentate in un’oreficeria di Concordia chiedendo di vedere alcuni monili in oro, poi approfittando di un momento di distrazione della commessa si erano messe in tasca vari oggetti preziosi, valore 3mila euro. La negoziante si è accorta del furto poco dopo e ha presentato denuncia ai carabinieri. Ma nel pomeriggio, a sorpresa, le due donne si sono ripresentate in negozio, convinte forse che nessuno si fosse accorto della sparizione. La commessa le ha riconosciute e ha chiamato subito il 112. In manette una 38enne e la figlia di 19 anni, di Mirandola, entrambe pregiudicate per reati contro il patrimonio.Rapina, preso il cellulareRapina oggi pomeriggio intorno alle 16 ai danni di una donna, che si trovava a Modena in angolo tra via Agnini e via Baracchi e stava parlando al telefono. Due uomini a bordo di un Doblò l’hanno spintonata e le hanno rubato il telefono. Indaga la polizia. Gdf, perquisizioni anche a ModenaPerquisizioni anche a Modena oggi nell’ambito di una operazione della Guardia di Finanza di Milano che ha coinvolto 53 società e 16 studi di professionisti in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Campania. Le fiamme gialle avrebbero scoperto una maxievasione fiscale internazionale di oltre cento milioni di euro, collegata all’operazione Montecity dello scorso anno. In totale sono una settantina le persone indagate con le ipotesi di reato di riciclaggio e utilizzo ed emissione di fatture false.


Riproduzione riservata © 2016 TRC