in:

Non si cerca più sotto la neve oggi, ma continuano le ricerche dei tre sciatori che azzardando un fuori pista hanno probabilmente provocato la slavina di ieri. La bravata è stata ripresa da un videoamatore.

Le tre persone che stavano facendo snowboard sono state riprese da un videoamatore, che le ha viste scendere in fuori pista e rincorse dalla neve che scivolava. Probabilmente sono stati proprio i tre imprudenti sciatori, ancora da identificare, a provocare la slavina che ieri pomeriggio si è staccata a Passo del Lupo, a Sestola, nel punto di raccordo con le piste delle Polle. Guardando le immagini in onda, infatti, si nota come il fronte nevoso parta proprio al passaggio dell’ultimo snowboardista. Poi scende la valanga che sembra travolgere i tre. In realtà, i soccorritori sono certi che sotto la neve non ci sia rimasto nessuno: hanno setacciato tutto il fronte, largo 20 metri e lungo 100. Sono stati usati i cani, l’elicottero, le torce, si è scavato per ore a mani nude. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco, soccorso alpino e anche il direttore della stazione sciistica con i suoi tecnici. Ma non è stato trovato nessuno: non solo, nessuna auto è rimasta nel parcheggio, nessuno ha segnalato che mancavano persone da comitive o simili, nessuno ha denunciato la scomparsa di amici o famigliari. A mezzanotte i carabinieri hanno chiuso la pratica di ricerca. Ma solo di ricerca sotto la neve: ora invece l’obiettivo è rintracciare i tre sciatori: chiunque li conoscesse, o riconoscesse dalle immagine diffuse dall’arma, può rivolgersi ai carabinieri, che stanno svolgendo le indagini.


Riproduzione riservata © 2016 TRC