in:

Una slavina si è staccata in un tratto fuori pista del comprensorio del monte Cimone. Sul posto sono ancora in corso le ricerche di tre sciatori che si teme possano essere rimasti sotto il cumulo di neve. Nessuna segnalazione di persone disperse è però giunta sinora ai soccorritori.

Una slavina si è staccata intorno alle 15.30 di oggi nel comprensorio sciistico del Monte Cimone. Il fronte di neve che ha ceduto, dalla larghezza di circa cento metri e profondo venti, ha interessato un pendio esterno alle piste da sci, in prossimità dell’arrivo della vecchia seggiovia, ora dismessa, delle Polle di Riolunato. Da subito sono cominciate le ricerche di tre sciatori che, secondo alcuni testimoni, stavano praticando un fuoripista pochi attimi prima che si staccasse il fronte nevoso. Sul posto si sono subito messi all’opera i carabinieri sciatori di Sestola, squadre dii vigili del fuoco, il soccorso Alpino, aiutati dal personale degli impianti di risalita e dai maestri di sci delle scuole di Passo del Lupo e delle Polle. Da Castelnuovo Mont, nel reggiano,i è giunto in elicottero anche personale specializzato, coadiuvato dai cani antivalanga. Anche se al momento non sono arrivate segnalazioni di persone disperse e nei parcheggi a servizio delle stazioni sciistiche di passo del lupo e delle Polle non risultano esserci auto di sciatori abbandonate, le ricerche andranno avanti sino a notte con l’ausilio dei fari alimentati dai gruppi elettrogeni.


Riproduzione riservata © 2016 TRC