in:

La piena del Panaro ha lesionato il nuovo ponte di Marano: ha ceduto parte della strada e si viaggia solo a senso unico alternato. Problema anche per un’importante condotta idrica.

La piena del Panaro non cessa di far danni. Questa mattina una lesione al muro di sostegno della spalla ovest del nuovo ponte di Marano ha provocato il cedimento di una parte della strada della rampa di accesso al ponte. La diramazione per Torre della Fondovalle, in centro a Marano, è possibile ora solo a senso unico alternato per il restringimento della carreggiata. Sul posto i tecnici della Provincia, che raccomandano massima prudenza nell’avvicinarsi al cantiere. Il dissesto ha anche provocato danni alla condotta dell’acquedotto interprovinciale: gli addetti di Hera hanno provveduto a mettere in sicurezza e poi disattivare la condotta, anche se il servizio resta comunque garantito su tutto il territorio. E’ stato anche necessario intervenire su un palo della luce. Da valutare ora i vari lavori che saranno necessari al ponte. Invece, domani riapre a Pievepelago la provinciale 324, che era stata interessata da una frana all’altezza di Merizzana, svincolo per Lago Santo. La strada è stata, infatti, ripulita dai detriti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC