in:

Seconda rapina in meno di un mese ai danni del Centro Frutta di Vignola. Ma questa volta è andata male ai banditi che, nella fuga col denaro sottratto ad una commessa che lo stava per versare in banca, sono stati intercettati ed arrestati.

Sono stati fermati sulla Vignolese, a San Damaso, grazie al lavoro congiunto di carabinieri e guardia di finanza. Stiamo parlando dei due malviventi che questa mattina, poco prima di mezzogiorno, hanno rapinato una commessa del Centro Frutta di Vignola mentre, a piedi, stava andando a versare l’incasso presso la vicina filiale della Cassa di Risparmio di Vignola. A dare l’allarme è stata una donna, impiegata in un vicino negozio, che ha assistito alla scena ed ha poi fornito la marca e il modello dell’auto dei fuggitivi. L’Audi con a bordo i due banditi è stata tallonata e poi fermata ad un posto di blocco sulla Vignolese, a San Damaso. Identificati i due malviventi: si tratta di un 29enne e di un 33enne, italiani, residenti in provincia e disoccupati. Sul veicolo, di proprietà di uno dei due, i militari hanno rinvenuto la somma provento della rapina (oltre 1300 euro), una siringa non utilizzata, un involucro termosaldato contenente presumibilmente sostanza stupefacente ed una pistola scacciacani. I due sono stati portati al carcere di San’Anna. Sono in corso accertamenti per verificare se gli arrestati possano essere gli autori di altre rapine in provincia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC