in:

Continuano i controlli in via Montevecchio a Modena, dove ieri sera nove persone sono rimaste intossicate in modo lieve dalle esalazioni tossiche che si sono sprigionate durante i lavori di ristrutturazione in una ex pizzeria.

  Ieri i tecnici dell’Arpa e l’Igiene pubblica della Usl, oggi quelli della Medicina del lavoro. Continuano i controlli in via Montevecchio a Modena, una piccola strada del centro storico, dove, ieri sera, nove persone sono rimaste intossicate in modo lieve dalle esalazioni tossiche che si sono sprigionate durante i lavori di ristrutturazione in una ex pizzeria. Le prime analisi dei campioni d’aria raccolti dall’Arpa hanno confermato la presenza di sostanze organiche volatili, come benzene e toluene, che danno luogo ad odori. I livelli dei campioni verranno ora sottoposti all’Usl; mentre la medicina del lavoro verificherà la correttezza delle procedure seguite per la ristrutturazione. Intanto come massima cautela, l’Arpa effettuerà questa notte un secondo rilevamento con campioni passivi. I risultati verranno resi noti domani. Per precauzione, ieri sera, tre famiglie sono state fatte evacuare: tutti accusavano gli stessi sintomi: nausea, mal di testa, tosse ma per nessuno di loro si è reso necessario il ricovero all’ospedale.Fuga di gas, stop ai treni E questa mattina, a Castelfranco Emilia, è stato necessario interrompere il traffico ferroviario per un quarto d’ora, per permettere ai tecnici della Snai e ai vigili del fuoco di individuare una perdita di gas da un pozzo di metano di via Pieve. L’allarme è scattato alle 9.30. L’impianto è stato messo in sicurezza e gli operai della Snai hanno intercettato la perdita che al più presto verrà riparata.


Riproduzione riservata © 2016 TRC