in:

Una donna ricoverata in gravi condizioni a Baggiovara, altre tre persone in terapia intensiva. Anche nel modenese, l’influenza A inizia a presentare il conto.

250mila casi d’influenza h1n1 accertati in Italia, praticamente 4 casi ogni mille persone: 24 le vittime. 3 in Emilia Romagna. I dati ufficiali del Ministero del Welfare non sono allarmanti, ma tra le persone la preoccupazione è in aumento, anche perché il virus conferma la sua grande capacità di diffusione, pari almeno alle scarse complicanze di carattere sanitario. Ciò nonostante, negli ospedali modenesi sono ora 30 le persone ricoverate, 13 adulti e 17 bambini, e in un caso su due è stata accertata la presenza del virus h1n1. Le situazioni definite critiche dall’Azienda Usl, tutte per insufficienza respiratoria, sono però solo cinque, compreso un bambino ricoverato al Policlinico. Al momento, però, a preoccupare davvero i medici è solo una donna ricoverata a Baggiovara, complice una grave malattia pregressa, acuita dall’aver contratto l’influenza A. Sono comunque trattati in terapia intensiva anche altri tre pazienti, due al Sant’Agostino Estense e uno al Ramazzini. Numeri significativi, ma non allarmanti anche se già da sabato sarà potenziato il servizio di guardia medica, a disposizione 24 ore su 24, con predisposizione di ambulatori vicini al Pronto soccorso. E proprio oggi sono arrivate altre 11mila dosi di vaccino utili per proseguire la vaccinazione di bambini e adulti con malattie croniche e le donne tra il secondo e il terzo mese di gravidanza. Per informazioni, l’Azienda Usl ricorda che, tutti i giorni, dalle 8.30 alle 17.30, è attivo il numero verde gratuito 800 033 033.


Riproduzione riservata © 2016 TRC