in:

La volante ha sequestrato un nuovo e sofisticato apparato per la clonazione di carte bancomat. L’intervento delle forze dell’ordine è stato tempestivo grazie alla segnalazione del direttore dell’istituto di credito.

Clonare carte bancomat perfettamente identiche alle originali, comprensive anche del relativo codice segreto. Era questo l’obiettivo dei malviventi che due notti fa avevano istallato su uno sportello di una banca cittadina un apparato per duplicare le carte composto da due parti in plastica. Sul dispositivo era stato attaccato del materiale informatico atto a captare e copiare i codici degli ignari correntisti. Una parte dell’apparato per la clonazione era poi composta da una tastiera sul cui retro era istallata una micro telecamera in grado di filmare e memorizzare su un microchip le operazioni di digitazione. In questo modo il denaro veniva prelevato tranquillamente dai ladri senza che i titolari della carte se ne accorgessero, se non alla fine del mese con l’estratto conto. La pattuglia della Squadra Volante della Polizia di Modena, su segnalazione del direttore della banca, ha posto ieri sotto sequestro il materiale e ha provveduto ad effettuare mirati controlli. Si tratta di dispositivo nuovo, molto sofisticato e mai utilizzato prima nella nostra zona. Le indagini sono ancora in corso.


Riproduzione riservata © 2016 TRC