in:

Sgominata un’organizzazione che ogni mese portava chili e chili di cocaina in Italia, attraverso il Belgio. Uno degli arrestati viveva nella vicina San Marino. E la stradale arresta tre corrieri in A1.

Sgominata un’organizzazione che ogni mese portava chili e chili di cocaina in Italia, attraverso il Belgio. Uno degli arrestati viveva nella vicina San Marino……. I vertici, due albanesi di 31 e 30 anni, erano stati arrestati dalla polizia lo scorso anno, ma i loro luogotenenti, che si occupavano della fornitura della cocaina e della distribuzione agli spacciatori, si stavano riorganizzando. Questa mattina sono stati presi anche i quattro componenti dell’organizzazione che ancora facevano arrivare cocaina dal sud America, attraverso il Belgio, destinata al mercato modenese ma anche dell’intera regione. In manette altri due albanesi e un magrebino, tutti di circa 30 anni, che stavano diventando i nuovi capi, e un italiano, un modenese di 55 anni, addetto alle pulizie, uno degli spacciatori. Sgominata alla fine una banda di 17 persone, i vertici tutti albanesi, che gestiva il mercato nero della cocaina nelle zone di Modena est, San Lazzaro e quartiere musicisti. Un traffico che faceva arrivare in Italia vari chili di droga al mese, per un profitto di 900mila euro mensili. I componenti dell’organizzazione, al telefono, per sviare eventuali intercettazioni, usavano il linguaggio di un film molto noto in Albania, Shamikugja, ma è stato tutto inutile: gli uomini della squadra mobile alla fine hanno stretto il cerchio intorno a tutta la banda. Uno degli albanesi arrestati questa mattina, su ordine di custodia cautelare, viveva con la famiglia a San Marino, e lì lavorava come carrozziere, senza aver mai dato adito a sospetti. E’ stato ammanettato grazie a una veloce rogatoria internazionale, in virtù di accordi fra l’Italia e questo piccolo Stato estero. La gendarmeria sanmarinese si è trovata per la prima volta alle prese con trafficanti di droga di questo calibro, e ha quindi a sua volta avviato indagini sulle frequentazioni in zona dell’immigrato. Ancora ricercati quattro stranieri, da tempo fuggiti all’estero per evitare la cattura. Eroina in A1, tre arrestiE la polizia stradale di Modena nord, durante un controllo in A1, direzione sud, questa mattina all’alba ha fermato un’auto con tre persone a bordo, che alla vista delle divise hanno mostrato eccessivo nervosismo. Così gli agenti hanno perquisito la vettura e, nascosto nell’airbag anteriore, hanno trovato un sacchetto con dentro quasi due etti e mezzo di eroina, valore sul mercato 200mila euro. In manette sono finiti un ucraino di 22 anni residente a Bologna e due clandestini, un algerino 33enne e un tunisino 24enne. Sulla Wolkswagen Golf erano nascosti anche 2.400 euro in contanti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC