in:

A bordo di un’auto rubata ha cercato di investire un carabiniere, a un posto di blocco, per riuscire a scappare. Arrestato un immigrato. E ignoti hanno tentato un furto alle medie Paoli di Modena.

Ancora una persona che al volante di un’auto rubata invece di fermarsi all’alt delle pattuglie decide di investire gli uomini in divisa e darsi alla fuga. E’ accaduto la scorsa notte a Solara di Bomporto. A forzare il posto di blocco una Golf Wolkswagen guidata da un 30enne del Marocco, che ha finito la folle corsa uscendo di strada in via Per Solara, dopo aver più volte tentato di speronare l’auto dei militari che si erano messi all’inseguimento. Arrestato per tentato omicidio l’immigrato alla guida, mentre un complice è riuscito a scappare a piedi. Il carabiniere che ha evitato per un soffio di essere investito ha riportato contusioni cadendo, ed è ricoverato in ospedale. Tentato furto alle medie PaoliIgnoti la scorsa notte hanno tentato di rubare nelle scuole medie Pasquale Paoli di viale Reiter: i ladri hanno forzato quattro porte esterne e due interne, provocando seri danni, ma mentre si avvicinavano alle macchinette del caffè si sono accorti di essere stati scoperti. L’ex custode, infatti, aveva notato un’ombra sulle scale antincendio della scuola e aveva chiamato la polizia. Sul posto la volante e la vigilanza Sirio, ma i ladri erano già scappati. Ed è invece andata male ai due malviventi che la scorsa notte avevano razziato il bar “Sole e luna caffè” di via Per Modena, a Sassuolo. Intercettati dai carabinieri hanno dovuto abbandonare furgone e refurtiva. Affittava sei letti in 40 metri quadriIn un appartamento di 40 metri quadri aveva ricavato sei posti letti, con due letti a castello e due divani letto. E ogni giaciglio lo affittava a connazionali. Non stranieri casuali, ma i muratori che impiegava nella sua impresa edile. A scoprirlo, ieri in via Bonomini a Modena, la polizia del posto integrato del centro, che ora sta svolgendo accertamenti sul proprietario della casa e imprenditore, un turco di 41 anni. Sempre ieri, durante normali controlli, gli agenti hanno sanzionato due venditori abusivi di prodotti alimentari e uno di occhiali.Comparse scritte fascisteDiversi graffiti ingiuriosi sono comparsi questa mattina a Modena nella zona di via delle Suore e vicino al cimitero di San Cataldo. Con spray di colore nero nel sottopasso vicino alla ferrovia ignoti hanno disegnato una svastica, oltre ad aver scritto “Modena Fascista”. Sulla vicenda sta indagando la Digos, intanto a breve le frasi ed i simboli verranno cancellati. Ubriaco esce di stradaQuesta mattina, intorno alle 5, i carabinieri di Cavezzo hanno arrestato per furto e guida in stato di ebbrezza un operaio di 38 anni residente a Pavia, ma domiciliato a San Possidonio. L’uomo, a bordo di una Volkswagen Polo che aveva rubato poco prima, ha perso il controllo del veicolo ribaltandosi. I militari lo hanno fermato vicino al luogo dell’incidente mentre cercava di scappare a piedi. Sottoposto ad alcoltest, è risultato avere un tasso alcolico quattro volte superiore al limite consentito. L’autovettura è stata restituita alla proprietaria, una donna di Concordia. Arresto per prostituzione E’ finito in manette anche un sudamericano residente a Modena coinvolto in un giro di prostituzione individuato in alcuni appartamenti di Città di Castello in provincia di Perugia. L’indagine era stata avviata nel maggio scorso quando erano stati messi sotto sequestro otto appartamenti dove erano state rintracciate diverse prostitute. In totale sono state arrestate cinque persone tra Città di Castello, Roma, Perugia e Modena.


Riproduzione riservata © 2016 TRC