in:

Due incendi dolosi, in altrettante strutture agricole, si sono verificati a poche ore di distanza l’uno dall’altro a Gavello e a Quarantoli. Preoccupazione per la presenza di fusti agricoli.

Probabilmente doloso l’incendio che questa mattina, alle 8,30, ha parzialmente distrutto un fabbricato agricolo a Gavello di S.Martino Spino, in una zona isolata al confine tra le province di Modena e Ferrara. Nello stabile erano stoccati fusti di antiparassitari a uso agricolo, sia pieni che vuoti, che sono stati intaccati dalle fiamme. I vigili del fuoco di S.Felice, intervenuti per lo spegnimento, hanno dovuto indossare particolari protezioni per operare in sicurezza, mettendosi così al riparo dagli effetti dei fumi, potenzialmente tossici, sprigionati dal rogo. Del fatto è stata informata anche l’Arpa che ha effettuato dei rilievi sul posto. Sull’episodio indagano i Carabinieri di S.Martino Spino. Legnaia in fiamme, c’è il dolo Doloso è anche l’incendio che, alle 2,30 della notte scorsa, ha danneggiato un deposito di legname e attrezzi agricoli a Quarantoli di Mirandola, in via Pietole. Nelle vicinanze della struttura i Carabinieri hanno rinvenuto la tanica utilizzata per appiccare il rogo. Sul posto i vigili del fuoco di S.Felice.


Riproduzione riservata © 2018 TRC