in:

Prima sentenza per il nuovo reato di stalking: condannato oggi in tribunale un turco 42enne che tormentava l’ex fidanzata. L’uomo resta in carcere.

Primo processo, prima sentenza oggi e prima condanna a Modena per il reato di stalking, entrato in vigore dallo scorso febbraio. Un muratore turco di 42 anni è stato condannato a 2 anni e 4 mesi con rito abbreviato davanti al gup Truppa: arrestato dalla polizia lo scorso giugno, l’uomo resta in carcere. Era dallo scorso gennaio che il muratore tormentava l’ex fidanzata. La relazione fra l’uomo e una coetanea di origine ucraina, che in città lavora come badante, era durata due anni, ma quando lei lo aveva lasciato lui non aveva voluto arrendersi. Aveva cominciato a telefonarle minacciandola, poi ad aspettarla in strada, sotto casa e vicino al luogo di lavoro, le aveva anche puntato contro un coltello. Alla fine sono arrivate anche le botte. Minacce e angherie sono state messe in atto anche nei confronti di un amico dell’ucraina, un 42enne dell’est Europa, muratore, di cui il turco era geloso. E minacce erano arrivate anche alla figlia dell’ex amante. La donna ha presentato denuncia alla polizia per stalking, la squadra mobile e il pm Tibis avevano chiesto e ottenuto un ordine di custodia cautelare. Oggi il processo e la condanna.


Riproduzione riservata © 2018 TRC