in:

E’ stata depositata oggi in tribunale a Modena la perizia dell’incidente probatorio relativo alla rapina al ristorante “Vecchia Pirri” avvenuta lo scorso 14 gennaio.

E’ stata depositata oggi in tribunale a Modena la perizia dell’incidente probatorio relativo alla rapina al ristorante “Vecchia Pirri” avvenuta lo scorso 14 gennaio. Le tracce di sudore, saliva e capelli trovate sul passamontagna utilizzato durante l’assalto al ristorante sono riconducibili al Dna di Daniele Galasso, catturato dai carabinieri insieme con il fratello Cosimo in aprile e accusati anche dell’assalto alla villa della famiglia Borri ad Albareto e della gambizzazione di un ex informatico in via delle Costallazioni. Verifiche sono state fatte anche sulla pistola utilizzata per il colpo e le impronte digitali lasciate soprattutto a casa Borri. Il gup Truppa ha deciso di restituire il fascicolo alla procura perché, alla luce delle prove fin qui raccolte, siano sviluppate ulteriori indagini per stabilire se i fratelli Galasso siano o meno responsabili anche di un altro ulteriore assalto in villa.


Riproduzione riservata © 2018 TRC