in:

Seconda settimana di controlli delle super pattuglie della polizia municipale. Dopo il vertice in prefettura, l’assessore Marino ribatte alle polemiche: ‘Il nostro obiettivo – ha detto – è la qualità urbana’.

Si è concentrata in modo particolare sul parco XXII Aprile l’attività delle super pattuglie della polizia municipale di Modena, nella seconda settimana di controlli straordinari contro la microcriminalità. L’assessore Antonino Marino sottolinea come la presenza della municipale abbia avuto come primo risultato quello di attenuare il disagio dei cittadini: tolti i soggetti pericolosi (per lo più piccoli spacciatori), le famiglie e i bambini sono tornati a frequentare il parco. Nel corso della settimana il parco è stato passato al setaccio anche più volte al giorno, in orari diversi per rendere difficile la vita ai delinquenti. Stessa metodologia per il condominio Rnord di via Attiraglio (dove le verifiche hanno riguardato la regolarità dei contratti d’affitto dei miniappartamenti), la zona dell’ex mercato bestiame e viale Gramsci. Nei cinque giorni di controlli i vigili urbani hanno fermato una decina di persone ‘un aspetto accessorio rispetto al lavoro messo in campo dalla polizia municipale’ – continua l’assessore Marino per tagliare la testa alle polemiche di questi giorni. L’attività messa in campo dalle super pattuglie (sempre composte da 8 a 12 unità) si è spalmata anche nella zona Tempio-Stazione dove sono stati controllati numerosi negozi etnici. La sperimentazione proseguirà anche la prossima settimana, la terza, quindi l’amministrazione comunale deciderà come proseguire.


Riproduzione riservata © 2018 TRC