in:

Sgomberato questa mattina, a Mirandola, un edificio in stato di abbandono occupato abusivamente da alcuni cittadini extracomunitari. La scoperta è stata fatta in seguito ad un principio d’incendio.

E’ stato probabilmente un mozzicone di sigaretta ad innescare il piccolo rogo scaturito questa mattina all’interno di un edificio in stato di abbandono all’incrocio tra via Posta e via Sabbioni a Mirandola. Erano da poco passate le 7,30 quando la chiamata è arrivata ai vigili del fuoco che, arrivati sul posto, hanno trovato alcune persone, di nazionalità straniera, che occupavano abusivamente l’edificio. Della situazione sono stati dunque informati polizia e polizia municipale, che ha provveduto a rintracciare il proprietario della casa. Fatti allontanare gli occupanti e spente le fiamme, i vigili del fuoco hanno poi dovuto mettere in sicurezza alcune bombole di gas. Il loro intervento è durato un paio d’ore, ma quando i pompieri si sono allontanati, alcuni degli occupanti, un paio di persone almeno, sono rientrati nell’abitazione. Ad accorgersene sono stati i residenti nella zona ed il muratore che, avvertito dal proprietario dell’abitazione, era stato incaricato di procedere a murare porte e finestre. Sul luogo si è dunque nuovamente recata una pattuglia della volante che, poco dopo le 11 di questa mattina, ha proceduto al definitivo sgombero dell’edificio e all’identificazione degli occupanti.


Riproduzione riservata © 2018 TRC