in:

Ignoti la scorsa notte hanno fatto saltare il bancomat delle poste del centro commerciale La Rotonda. L’esplosione ha danneggiato anche l’ufficio. Pare fossero due i ladri, scappati con qualche decina di migliaia di euro.

L’esplosione è avvenuta alle 4.30 della scorsa notte: un forte boato che si è avvertito chiaramente in zona e che ha immediatamente fatto scattare l’allarme. Ignoti, usando acetilene, hanno fatto saltare il bancomat dell’ufficio postale che si trova presso il centro commerciale La Rotonda, di via Morane, a Modena. La deflagrazione ha fatto aprire le cassette di sicurezza all’interno del bancomat, i ladri hanno razziato il contante e sono scappati in tutta fretta: le forze dell’ordine sono arrivate subito sul posto, ma non c’era già più nessuno. Ancora da quantificare l’esatto bottino, ma i malviventi sono riusciti a portar via almeno qualche decina di migliaia di euro, visto che il distributore era stato caricato con 70mila euro alla chiusura dell’ufficio. L’esplosione ha provocato ingenti danni anche all’ingresso e all’interno dei locali delle poste, questa mattina le ditte erano già al lavoro per sostituire i vetri e pulire. La scorsa notte anche i vigili del fuoco erano stati chiamati per la verifica della situazione. La polizia, che indaga sull’accaduto, ha reperito le immagini delle numerose telecamere di videosorveglianza sistemate in zona: pare che ad agire siano state due persone, ma i filmati sono ancora al vaglio di polizia scientifica e squadra mobile. Costringeva ragazza a prostituirsi, presoAveva costretto una rumena di 21 anni a prostituirsi e a consegnargli l’incasso. L’aveva portata a Lavino di Mezzo, a Bologna, e messa sulla strada. Quando la ragazza lo ha implorato di lasciarla in pace, di non voler fare quello che lui chiedeva, l’uomo le ha puntato contro una pistola calibro 22. La giovane, però, è comunque riuscita, alla fine, a chiedere aiuto ai carabinieri. I militari hanno rintracciato il 27enne, albanese, e non in regola con i documenti, in un albergo a Savignano. Aveva ancora con sé la Browning calibro 22. L’immigrato è stato arrestato. Arrestati ladriDue aspiranti ladri sono stati arrestati la scorsa notte dai carabinieri, dopo che erano entrati in due distinte aziende. Il primo, un 33enne residente a Castelnuovo, è finito in manette a Formigine, sorpreso dai militari nel cortile della Tipografia Stranieri, di via Dell’Industria, mentre cercava di mettere in moto un caravan parcheggiato nel piazzale. Il secondo, un salernitano 37enne, era, invece, entrato all’Iris Ceramica di via Ghiarola Nuova a Fiorano. Aveva forzato la porta d’ingresso e poi i distributori automatici, e aveva arraffato bevande e generi alimentari vari.


Riproduzione riservata © 2016 TRC