in:

Incidente oggi pomeriggio sul fiume Panaro. Un marocchino di 35 anni è annegato durante una gita tra amici.

Tragico epilogo per una gita organizzata sul fiume tra amici. Oggi, intorno alle 13.30, infatti, Mohamed El Hammouri, 35 anni marocchino, è morto annegato nel fiume Panaro mentre stava nuotando. Insieme ad altri 3 connazionali l’uomo si era recato sul ponte Docciola tra Montese e Maserno per trovare un po’ di refrigerio in questa torrida giornata estiva. Il 35enne, operaio regolare, celibe e residente a Vignola, si trovava in prossimità di un piccolo dislivello quando gli amici non lo hanno più visto risalire a galla. Subito allarmati, hanno chiamato il 118 giunto sul posto con l’ambulanza e l’automedica di Vignola, oltre all’elisoccorso di Pavullo. Poco dopo sono arrivati anche i vigili del fuoco di Vignola, aiutati dall’elicottero di Bologna per le ricerche, e i carabinieri di Pavullo e di Montese. Un pompiere sommozzatore ha provveduto al recupero del corpo. Le cause dell’accaduto sono ancora al vaglio delle forze dell’ordine, l’uomo potrebbe essere stato trascinato dalla corrente o aver avuto un malore, ma non ha riportato lesioni. Saranno comunque effettuati ulteriori accertamenti e il corpo si trova ora a disposizione della medicina legale. Ascoltati dai militari gli amici della vittima che erano sconvolti dalla vicenda. Non è la prima volta che si verificano annegamenti in quel tratto del Panaro, molto pericoloso e dove è vietata la balneazione.


Riproduzione riservata © 2016 TRC