in:

Zio 46enne, ubriaco, dà in escandescenze a matrimonio della nipote. Arrestato. E salvato un cane maltrattato.

Ha brindato un po’ troppo alla nipote, e al matrimonio appena celebrato, un salernitano di 46 anni, che ieri pomeriggio, durante il ricevimento di nozze, che si svolgeva a Modena, completamente ubriaco ha iniziato a litigare con la moglie. Urla e grida, poi si è avventato prima sul fratello e poi su tutti gli altri parenti che cercavano di calmarlo, mandandoli tutti all’ospedale. La sposa, a quel punto, ha chiamato la polizia perché fermasse lo zio: gli agenti sono arrivati, hanno bloccato e caricato in auto l’uomo. Ma il 46enne non ha desistito: scalciando come un forsennato ha distrutto lunotto posteriore e portiera della vettura del 113. Il salernitano stamattina è stato processato. Salvato cane maltrattatoLegato alla catena sotto il sole cocente e senza nemmeno un po’ d’acqua da bere. Stremato e disidratato al punto da non riuscire a reggersi sulle zampe. Così gli agenti della polizia municipale di Modena hanno trovato un cane meticcio, simile a un pastore tedesco. Gli uomini di via Galilei lo hanno preso in consegna sabato pomeriggio, dopo che alcuni residenti avevano segnalato la triste condizione dell’animale, rinchiuso nel cortile di un’azienda di via Giardini, a Baggiovara. E’ la seconda volta che viene tolto un animale al titolare di questa impresa, e sempre per maltrattamenti. Il comando della polizia municipale invita tutti a segnalare gli episodi di violenza nei confronti degli animali, in modo da poterli fermare. Un croato che sabato stava guidando un furgone a Modena, senza avere la patente, è stato arrestato dalla polizia municipale. L’uomo, infatti, ha cercato di sfuggire al controllo e ha anche aggredito uno degli agenti che doveva identificarlo, colpendolo con calci e pugni. Alla fine, sono scattate le manette.


Riproduzione riservata © 2016 TRC