in:

E’ partito dalle braci del barbecue l’incendio che, nella notte, ha danneggiato parte della locanda Il Borgo di Modena. Nessun ferito, ma i clienti sono stati fatti scendere in strada.

La carbonella del barbecue lasciata inavvertitamente accesa all’origine dell’incendio che, la scorsa notte, si è sviluppato alla locanda Il Borgo in strada Cave di Ramo 170, all’imbocco del casello autostradale di Modena Nord e a due passi dal centro fieristico cittadino. Si tratta di una vecchia casa colonica che, dal 2007, è stata trasformata in albergo e ristorante. D’estate, sotto la veranda, la griglia funziona a ritmo pressoché costante. Probabilmente ieri sera, i tizzoni rimasti nel barbecue non si sono spenti del tutto e, col passare delle ore, le fiamme hanno ripreso corpo danneggiando non solo la struttura esterna ma anche alcuni dei locali al piano terra. Verso l’una e trenta è arrivata la segnalazione di incendio ai vigili del fuoco, quattro le squadre che sono state fatte arrivare sul posto, 14 pompieri che hanno lavorato ininterrottamente fino alle 4.30 del mattino per mettere in sicurezza l’albergo. Il tutto sotto agli occhi dei clienti, italiani e stranieri, che soggiornavano nella locanda. Per precauzione, per tutta la durata dell’intervento, ospiti e personale di servizio sono stati fatti uscire dalle stanze. Due locali al piano terra, che hanno riportato danni strutturali, sono stati dichiarati inagibili. Questa mattina transenne a nastro a delimitare l’area e un cartello per avvertire che la locanda è chiusa.


Riproduzione riservata © 2016 TRC