in:

Un uomo di 53 anni è morto ieri sera a Formigine, a seguito di un incidente stradale. Pietro Elitto, in sella a una moto, è sbandato, finendo contro un’auto e poi al guardrail. Non sono ancora stati fissati i funerali.

L’incidente è avvenuto ieri alle 20 circa, in via Pascoli, a Formigine. Pietro Elitto, 53 anni, di Modena era in sella al suo scooter 400, e si trovava in zona probabilmente perché lì abita la figlia. Era diretto verso Corlo, ma all’altezza di via Zandonai, affrontando una piccola curva, l’uomo ha sbandato, ed è finito nella corsia dell’opposto senso di marcia. Si è scontrato parzialmente con una Fiat Punto che procedeva regolarmente, poi si è schiantato contro il guardrail che funge da protezione alla pista ciclabile. E’ stato questo urto a risultare fatale per il 53enne, morto dopo pochi minuti nonostante gli sforzi degli operatori del 118 giunti subito sul posto. Ancora da chiarire il motivo per cui Elitto ha perso il controllo del mezzo, l’asfalto in quel momento era appena umido, la moto non viaggiava a forte velocità, non sono state trovate tracce di frenate repentine. Le cause sono quindi ancora in fase di accertamento da parte della polizia municipale di Formigine. Illeso l’automobilista coinvolto, la vettura ha riportato modesti danni nella parte anteriore. Inasprito codice della stradaE a proposito di incidenti stradali, il pacchetto sicurezza approvato dal Parlamento non si occupa solo di reati: alcune modifiche sono state apportate anche al codice della strada. Si tratta per lo più di inasprimenti di vecchie regole, come quella per il lancio di rifiuti dall’auto o il presentare un’assicurazione falsa. Ma c’è anche qualche novità: le sanzioni saranno più severe – ha spiegato il comandante della polizia municipale di Modena, Fabio Leonelli – se l’infrazione viene commessa tra le 22 e le 7, e se si sgarra mentre si va in bici verranno decurtati punti alla patente di guida, se la si possiede.


Riproduzione riservata © 2018 TRC