in:

E’ un muratore della bassa modenese il pirata della strada che ieri sera ha travolto e ucciso due giovani in autostrada, vicino a Parma. L’uomo si è costituito a Mirandola. “Ho avuto paura” ha dichiarato.

Si è presentato spontaneamente nella notte al commissariato di Mirandola il pirata della strada che ieri sera, alle 21, alla guida di un camion ha travolto e ucciso due moldavi lungo l’autostrada A15 Parma-La Spezia. E’ un muratore di 35 anni. Alla polizia ha dichiarato di non essersi fermato dopo l’incidente perché preso dal panico. Una volta rientrato a casa, avrebbe però parlato con i familiari e deciso di costituirsi. Le vittime, un 23enne e un 32enne, erano state travolte mentre cambiavano un pneumatico forato sulla corsia d’emergenza a pochi chilometri dall’innesto con l’A1, in direzione Parma. Nell’impatto i due giovani erano stati sbalzati di vari metri sull’asfalto. Per entrambi la morte è avvenuta sul colpo. Illesa una terza persona che viaggiava insieme alle vittime e che, al momento dell’incidente, si trovava ad alcuni metri di distanza. Nello scontro il Ford Transit guidato del muratore aveva perso una sponda del cassone e alcuni materiali in ferro. L’uomo lo aveva abbandonato vicino al casello autostradale di Parma, dove era stato in seguito rintracciato dalla Polizia stradale. Sull’incidente ha aperto un fascicolo il pm Paola Dal Monte della Procura di Parma. Le accuse sono di omicidio plurimo colposo, fuga e omissione di soccorso.


Riproduzione riservata © 2018 TRC