in:

Rapinato e accoltellato al bancomat. E’ accaduto questa mattina, a Modena, in via Ciro Menotti. Per la vittima ferite lievi.

Sono serrate le indagini da parte della polizia, per riuscire a mettere le manette a un uomo di 30 anni circa, non si sa se italiano o straniero, che questa mattina prima delle 8 ha rapinato e ferito un giovane modenese davanti al bancomat della Carisbo di via Ciro Menotti, a Modena. La vittima dell’aggressione aveva appena prelevato 100 euro, quando si è sentito puntare un coltello alla gola. Il modenese, 30enne, ha allora consegnato il denaro, ma il rapinatore lo ha comunque colpito con l’arma all’addome, prima di scappare in motorino. Il giovane ha chiamato il 113: è stato portato in ospedale per essere medicato, la ferita è comunque superficiale. Ora gli agenti cercano il rapinatore, una vera caccia all’uomo vista la violenza gratuita di cui si è reso responsabile. Pedolifia web, modenese nei guaiC’è anche un modenese tra le 33 persone indagate dalla Procura di Reggio Calabria nell’ambito dell’operazione “sweetgirl” contro la pedopornografia che ha portato all’arresto di due persone, trovati in possesso di migliaia di file con foto e video di atti sessuali compiuti da minorenni. Il 32enne di Finale Emilia, coinvolto nell’indagine, era già noto agli agenti della Polizia postale di Modena che lo scorso aprile lo avevano trovato in possesso di materiale compromettente. Stavolta, la nuova perquisizione ha portato al sequestro di un computer portatile. L’uomo è ora indagato per aver scaricato e divulgato materiale pedopornografico. I pedofili si servivano di chat e programmi di file sharing per adescare i minori, indurli ad inviare loro video girati con webcam e scambiarsi poi il materiale attraverso siti internet con server tedeschi. Siti che ora sono stati oscurati. Sotto il treno, è incidenteSi è trattato di un incidente quello costato la vita a un modenese di 36 anni, travolto ieri mattina da un treno sulla linea Milano-Bologna, all’altezza del cavalcavia Madonnina. L’uomo, hanno spiegato amici e conoscenti, era solito attraversare in quel punto, come fanno anche altri, anche se è vietato. Resta da capire se non si è allontanato in tempo a causa di un malore o se è scivolato. 


Riproduzione riservata © 2017 TRC