in:

Un nuovo caso di influenza A H1N1 a Modena. Si tratta di un 35enne della bassa modenese, rientrato da New York. Salgono a 35 i casi di salmonella a Formigine.

Un nuovo caso di influenza A H1N1 a Modena. Si tratta di un 35enne della bassa modenese, rientrato da New York lunedì e che ha iniziato ad accusare i sintomi influenzali nella giornata di ieri. La conferma è arrivata dal Laboratorio di Igiene dell’Università di Parma, autorizzato dal Ministero ad effettuare questo tipo di diagnosi. Il 35enne è in isolamento domiciliare ma in buone condizioni. E’ il quinto caso nella nostra provincia, il 16° in Regione.  35 casi di salmonella a FormigineSono saliti a trentacinque i casi di salmonella registrati nell’arco di una ventina di giorni nel territorio di Formigine. Si è trattato di piccoli focolai che hanno coinvolto soprattutto bambini, ma anche adulti ed anziani. L’azienda usl sta eseguendo controlli per individuare le fonti a cui sono stati esposti i malati anche se l’origine del contagio non è ancora stata accertata, come pure non è stato appurato se i casi rilevati sono collegati tra loro. Episodi di salmonellosi si verificano soprattutto in estate: infatti, le temperature calde favoriscono il proliferare di questi germi è quindi opportuno seguire alcune regole durante la preparazione dei cibi – spiega Paola Borella, direttrice di igiene all’ateneo modenese, come, ad esempio, cuocere completamente quegli alimenti che potrebbero essere contaminati in origine; lavare accuratamente frutta e verdura, conservare gli alimenti in frigorifero e sottoporre nuovamente a cottura o riscaldare in modo adeguato quegli alimenti cucinati ad esempio il giorno prima. Tra i cibi più a rischio uova crude o carni poco cotte, soprattutto se pollo e salsiccia, ma anche maionese, zabaione e gelati preparati in casa


Riproduzione riservata © 2018 TRC