in:

Restano gravissime le condizioni di Andrea Antinogene, l’odontotecnico modenese di 50 anni rimasto ferito ieri in un incidente con il suo ultraleggero, caduto nella campagne di Corlo. La prima a soccorrerlo la moglie.

Si era abbassato sulle case di via Borgo, a Corlo di Formigine, per salutare la figlioletta e la moglie che si trovavano ieri pomeriggio a casa di amici. Tanti in zona hanno visto l’ultraleggero scendere e poi tentare di risalire. Ma proprio nel momento in cui il pilota ha cercato di far alzare il velivolo, qualcosa è andato storto: un guasto tecnico forse, comunque il motore sembra essersi spento, Andrea Antinogene ha cercato di atterrare, ma quando ha toccato terra il mezzo ha preso fuoco. Le prime a sentire lo schianto e a vedere le fiamme proprio la moglie e la bambina, che ancora salutavano il piccolo aereo. Poi sul posto sono arrivati molti dei residenti per cercare di aiutare l’uomo, i soccorsi, l’elicottero per portare il pilota, con ustioni sull’80% del corpo, a Parma, al centro grandi ustionati. E’ ricoverato in rianimazione, ha superato la notte, ma le sue condizioni sono giudicate dai medici gravissime. Antinogene, 50 anni, residente a Magreta ma con uno studio dentistico a Sassuolo, ha il patentino di volo da 10 anni. Dopo lo schianto è uscito da solo dall’aereo però già avvolto dalle fiamme.


Riproduzione riservata © 2018 TRC