in:

Una perizia psichiatrica è stata disposta dal gip per Marco Manzini, l’uomo accusato di aver uccisio la moglie e di averne simulato il suicidio. Era accaduto a San Michele dei Mucchietti.

E’ stata disposta questa mattina dal gip la perizia psichiatrica per Marco Manzini, 34 anni, accusato di aver ucciso la moglie Giulia Galiotto, 30 anni, lo scorso febbraio, nel giardino della loro casa di San Michele dei Mucchietti, a Sassuolo. L’uomo – secondo la ricostruzione dei carabinieri – aveva colpito la donna alla testa con una pietra durante una lite, e poi ne aveva simulato il suicidio. Aveva preso in braccio il corpo e lo aveva gettato da un piccolo dirupo che finisce nel torrente. Manzini aveva anche messo in vista un vecchio biglietto scritto da Giulia Galiotto, dove lei chiedeva perdono e si diceva disperata. Ma davanti ai carabinieri l’uomo era crollato: il giorno dopo il delitto è finito in manette per omicidio volontario. Ora la perizia, che sarà eseguita dalla dottoressa Zavatti, dovrà stabilire se Manzini è in grado di intendere e di volere. I legali della difesa, Roberto Ghini ed Elena Bompani, hanno nominato un perito di parte.


Riproduzione riservata © 2016 TRC