in:

Una donna di 38 anni e la figlia di 2 sono morte in un incendio scoppiato questa sera, alle 7, a Carpi. Quando sono arrivati sul posto i vigili del fuoco, per le due vittime non c’era più nulla da fare.

Sono morte abbracciate, giurano i vicini di casa, soffocate dal fumo, prima quindi che il fuoco intaccasse i corpi. E’ accaduto questa sera a Carpi, in via Palladio 5, zona Remesina. Alle 19 un vicino di casa ha chiamato i vigili del fuoco: aveva visto del fumo uscire dall’appartamento del quinto piano, dove viveva Caterina Silvia Longoni, 38 anni, di Milano, arrivata nella palazzina di sette piani da circa un anno. Con lei la figlia, Angela Fonzini, appena 2 anni. La madre era una donna schiva e riservata, nel quartiere nessuno la conosceva bene, ma tutti ricordano che i bambini con cui la si vedeva in giro erano due, forse l’altro è con il padre da cui la donna si era, pare, separata da poco. Il fuoco è partito dal materasso della camera da letto, l’unica stanza devastata dall’incendio, il resto dell’appartamento è stato danneggiato solo dal fumo. Nessun altro alloggio è stato interessato, anche se per precauzione i pompieri di Modena e Carpi hanno fatto evacuare l’edificio per evitare che qualcuno respirasse fumo. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto per madre e figlia non c’era più nulla da fare, erano già morte. Ancora da chiarire le cause dell’incendio: sul posto, oltre agli esperti dei vigili del fuoco, anche la medicina legale, la polizia, i carabinieri. Non è escluso che possa trattarsi di un suicidio, visto che i vicini ricordano la donna molto depressa negli ultimi tempi, ma è possibile anche che si sia trattato di un incidente. Sembra invece escluso che sia stato un delitto. Le indagini sono ancora in corso.


Riproduzione riservata © 2016 TRC