in:

La Guardia di finanza di Modena ha portato a termine un’operazione denominata “Ghirlandina” all’interno dell’ippodromo. Trovati 7 lavoratori irregolari tra cui due clandestini.

La Guardia di finanza ha eseguito 18 ispezioni presso l’ippodromo “Ghirlandina” di Modena, controllando tutte le aziende che operano all’interno degli impianti sportivi. Sono stati trovati 7 lavoratori irregolari, tra cui due stranieri clandestini. Sono, inoltre, ancora al vaglio della finanza le posizioni di una persona, che probabilmente esercitava l’attività di maniscalco abusivamente, e di un soggetto sconosciuto al fisco, ma forse proprietario di 5 cavalli da corsa. I datori di lavoro che impiegavano manodopera clandestina sono stati denunciati a piede libero dall’Autorità Giudiziaria. I soggetti che evidenzieranno incongruenze tra il tenore di vita ed il reddito dichiarato rischiano di essere interessati da diversi strumenti di accertamento che vanno dall’applicazione del cosiddetto redditometro alla verifica fiscale. L’attività ispettiva ha poi consentito di censire 116 cavalli da corsa nella disponibilità di 60 proprietari. Dall’inizio dell’anno la Guardia di Finanza ha scoperto 38 lavoratori in nero.


Riproduzione riservata © 2016 TRC