in:

Nei guai sono finiti tre napoletani: due fratelli di 33 e 22 anni e un complice di 33. A carico dei due trentenni risulta un lungo elenco di precedenti che vanno dal contrabbando alla truffa, alla tentata violenza sessuale.

Sono stati denunciati per aver rubato la borsa della corrispondenza a due postini in servizio, ma la Polizia ritiene che ci sia anche dell’altro. Ci sarebbe cioè un collegamento fra i tre uomini fermati ieri dopo il furto della posta e il raggiro ai danni di un anziano compiuto in via Morselli nei giorni scorsi. Nei guai sono finiti tre napoletani: due fratelli di 33 e 22 anni e un complice di 33. A carico dei due trentenni risulta un lungo elenco di precedenti che vanno dal contrabbando alla truffa, alla tentata violenza sessuale. A incastrare i tre, tutti colpiti da foglio di via obbligatorio, è stato il fatto di aver utilizzato un’auto con il vetro del lunotto posteriore infranto. Il dettaglio sarebbe stato notato sia dai postini derubati che dai coinquilini dell’anziano truffato in via Morselli.


Riproduzione riservata © 2016 TRC