in:

54enne gambizzato nel garage della sua abitazione. E’ successo ieri sera in via delle Costellazioni 34 a Modena. Sottoposto ad intervento chirurgico in mattinata l’uomo è ora ricoverato nel reparto di ortopedia a Baggiovara.

Sono ancora molti i punti da chiarire sull’aggressione avvenuta ieri sera, intorno alle 22.30, in via delle Costellazioni 34 a Modena, ai danni di Fulvio Pugliese, un tecnico informatico di 54 anni, gambizzato da due individui che poi si sono dileguati. La squadra mobile della questura di Modena non ha ancora avuto la possibilità di interrogare la vittima, quindi per ora sono ancora aperte tutte le piste investigative: dall’ipotesi della rapina degenerata a quella della ritorsione personale. Pugliese era arrivato in via Delle Costellazioni per controllare i lavori di un’abitazione di proprietà che deve essere affittata. Sceso dall’auto per aprire la porta del garage all’improvviso dall’oscurità sono comparsi due uomini che gli hanno sparato alle ginocchia, fratturandogli femore e rotula. I colpi di pistola hanno richiamato l’attenzione della moglie che ha chiamato aiuto. In mattinata Pugliese è stato sottoposto a un intervento chirurgico alle gambe, perfettamente riuscito. Ora è ricoverato all’ospedale di Baggiovara nel reparto di ortopedia. Nel ’98 Pugliese aveva messo a segno l’affare della vita, vendendo la sua società – la Dp Informatica – a un colosso americano del settore dell’informatica applicata alla sanità con sede in Pennsylvania. L’episodio di ieri ricorda quello avvenuto a Castelfranco nel maggio del 2007 quando venne gambizzato l’imprenditore edile Giuseppe Pagano, una ritorsione per avere testimoniato nell’inchiesta contro il boss della camorra Raffaele Diana. Ancora tutte da verificare, invece, le circostanze dell’aggressione di ieri sera.


Riproduzione riservata © 2016 TRC