in:

Truffa ai danni di un anziano oggi a Modena. Due malviventi si sono finti tecnici della Hera per poter effettuare il furto. Si tratta del 31esimo caso dallo scorso novembre.

Ennesima truffa ai danni di un anziano questa mattina a Modena. All’orario di pranzo, intorno alla 12.30, due uomini vestiti in abito distinto con giacca e cravatta hanno, infatti, citofonato ad un ultra-ottantenne modenese per poterlo derubare. I malviventi hanno utilizzato uno schema ormai classico: si sono finti dipendenti della Hera e si sono fatti aprire la porta con la scusa della lettura dei contatori. Una volta entrati nell’appartamento, situato in via Giovanni Pacini, laterale di via Bonacini a Modena Est, uno dei truffatori ha distratto l’anziano con una scusa, mentre l’altro ha rubato dal portafoglio dell’uomo la somma di 350 euro in contanti. L’anziano ha poi prontamente chiamato gli agenti di polizia, ai quali ha denunciato anche la sparizione di oggetti di valore ancora da quantificare. Si tratta della 31esima truffa ai danni di persone sole ed in età avanzata dal novembre 2008 ad oggi. Di fronte al moltiplicarsi di casi di raggiri di questo tipo, Hera Modena ricorda che i tecnici del servizio di pronto intervento si recano a domicilio per effettuare controlli solo in caso di chiamata da parte del cliente. I tecnici, oltre ad avere in vista il tesserino, vestono sempre la divisa aziendale, verde, con il logo Hera ricamato sulla parte alta, a sinistra. Nel caso in cui si presentino persone che affermino di essere addetti incaricati di svolgere controlli sugli impianti interni all’abitazione, si consiglia di verificare telefonando al numero di pronto intervento: 800.88.66.77. Il numero è gratuito ed è attivo 24 ore su 24.


Riproduzione riservata © 2016 TRC