in:

Altre auto incendiate nella notte in centro storico. Ormai è evidente l’azione di un piromane e il caso sta diventando anche politico. Vi mostriamo le immagini girate da un nostro telespettatore.

Il piromane del centro storico ancora in azione: nella notte, intorno alle 2, in via dei Servi 17, davanti all’Istituto d’arte Venturi, sono stati incendiati un fuoristrada e una berlina, ma le fiamme hanno danneggiato anche altre quattro automobili parcheggiate in strada e la stessa facciata della scuola. Sul posto tre squadre dei vigili del fuoco per spegnere il rogo. Le immagini che vediamo sono state girate nella notte da un nostro telespettatore, Luca Caselgrandi. I danni sono ingenti: ai due mezzi incendiati e andati completamente distrutti, e alle altre quattro automobili coinvolte, bisogna aggiungere i costi che l’amministrazione provinciale dovrà sostenere per il Venturi. I vetri di sei finestre della scuola sono esplosi, danneggiati i telai interni e annerita una parte della facciata. Spesa stimata almeno 15mila euro. Intanto cresce la preoccupazione dei residenti; molti hanno già cominciato a lasciare le vetture fuori dal centro storico, temendo ritorsioni. Ricordiamo che all’inizio della settimana era stato appiccato il fuoco ad altri quattro fuoristrada, parcheggiati in via Stella, Bertolda e Rua Pioppa. E il caso sta diventando politico: nel fine settimana la Lega Nord allestirà un banchetto in via Emilia per richiamare l’attenzione sul problema sicurezza e per chiedere più telecamere in centro. Punta sulla videosorveglianza anche Luca Ghelfi, candidato del Pdl alla presidenza della provincia, mentre Andrea Leoni, sempre del Pdl, chiede un presidio fisso di polizia. E per frenare gli episodi di incendi dolosi il sindaco Pighi ha dato precise indicazioni alla polizia municipale e ha anche concordato con il questore accentuati controlli.


Riproduzione riservata © 2016 TRC