in:

Ancora una rapina in villa, la quarta in un mese. Ieri sera ad essere colpita una casa ad Albareto. Due uomini con passamontagna e pistola hanno minacciato e legato tre persone. E’ caccia ai malviventi.

La dinamica è più o meno sempre la stessa: due uomini, con il passamontagna a coprire il volto, hanno aspettato il padrone di casa nascosti vicino al cancello. E una volta che la vittima designata – questa volta Michele Dotti, 39 anni, autotrasportatore – è arrivata, i due gli hanno puntato contro una pistola. In questo modo sono riusciti a entrare in casa. E’ accaduto ieri alle 20, in strada Battaglia 160, ad Albareto di Modena. Una volta all’interno i due hanno legato con il fil di ferro Dotti e lo hanno costretto a sdraiarsi a terra, poi hanno preso in ostaggio la madre 69enne, Lorenza Verzelloni, e si sono fatti accompagnare in giro per casa. I rapinatori parlavano con accento dell’est Europa e cercavano una cassaforte. Si sono accontentati, alla fine, di 500 euro in contanti e della Bmw del camionista. Mentre i malviventi erano in casa è arrivato un collega di Dotti: i rapinatori gli hanno aperto e poi hanno legato a terra anche lui. I due sono poi scappati, e una volta libero Dotti ha chiamato la polizia. Appena lo scorso dicembre, sempre ad Albareto, una rapina simile era stata subita dalla famiglia Borri, che era in casa con anche il figlio di 5 anni. Da allora, altri due colpi in villa, a Magreta e recentemente a Gorghetto di Bomporto. Per la polizia gli autori sono vicini al mondo della droga, le indagini sono serrate. E dopo l’ultima, violenta rapina in villa, sono in molti a chiedere interventi per la sicurezza. Gli stessi agenti di polizia, attraverso il Siulp di Modena, chiedono al Governo uomini, mezzi e risorse, per poter essere messi nelle condizioni di lavorare. Il sindacato denuncia infatti che gli operatori della mobile stanno lavorando 12 ore al giorno, accumulando decine di ore di straordinario non pagate. Secondo Giorgio Barbolini ed Entrico Aimi, del Pdl, le aggressioni di questi giorni sono la conseguenza delle politiche lassiste della sinistra. Rilancia invece la palla al Governo il consigliere del Pd Michele Andreana, che in un’interrogazione al Sindaco di Modena chiede di sollecitare l’esecutivo a rispettare il Patto per la sicurezza, e ad inviare 25 agenti in più. Stesso appello al Governo viene dalla segretaria del circolo Pd di Albareto, Giulia Morini. 


Riproduzione riservata © 2016 TRC