in:

Nella lotta alla droga si sono concentrati gli sforzi della squadra mobile della questura: sgominata un’organizzazione che importava da Albania e Tunisia chili e chili di cocaina ed eroina. 19 persone arrestate questa .

E’ stato dal piccolo spaccio, e anche dalle segnalazioni dei cittadini di movimenti sospetti in varie zone di Modena e di tutta la provincia, che è partita l’indagine della polizia un anno fa. E nel corso del 2008 gli uomini della squadra mobile hanno arrestato 25 corrieri, riuscendo a sequestrate 4 chili di cocaina e 11 di eroina. In questo modo hanno costretto gli acquirenti a osare di più e alla fine il cerchio si è chiuso intorno a tutta l’organizzazione. Arrestate questa mattina 19 persone, fra queste i due vertici della banda, il tunisino 32enne Kais M’Barki e l’albanese di 27 anni Simon Tragaj. Loro, grazie ai contatti in Albania e Tunisia, ordinavano la droga che poi arrivava in Italia attraverso Olanda e Francia. Una perfetta sintonia tra criminali dell’Est Europa e i colleghi magrebini, che con vari connazionali, fra cui 2 donne, rifornivano di cocaina ed eroina, compresa la rarissima eroina bianca, tutta Modena e provincia, l’Emilia e anche altre città del nord Italia. Fra i centri di smistamento della droga, Soliera e San Damaso. Fra gli arrestati, e ora ai domiciliari, una donna italiana di Reggio Emilia di 35 anni. Altre 12 persone sono state denunciate. M’Barki in Tunisia stava poi per allargare gli interessi dell’organizzazione: con un taxi si occupava di trasportare clandestini da imbarcare sui barconi diretti in Europa, ma su questo spunto indagini sono in corso. Alla squadra mobile i complimenti del questore.


Riproduzione riservata © 2016 TRC