in:

Minacciate con una pistola in pieno centro, a Modena, e rapinate. E’ quanto accaduto la scorsa notte a due ragazze residenti in città. Intanto proseguono senza sosta le ricerche dei banditi che domenica notte hanno aggredito in casa una famiglia di Magreta.

Stavano camminando lungo via Vittorio Veneto, in centro a Modena, una strada ampia e ben illuminata. Era circa l’una e mezza della scorsa notte quando due ragazze, di 23 e 32 anni, sono state avvicinate da tre stranieri, nordafricani, con il volto avevano il volto parzialmente coperto. I tre hanno estratto una pistola e l’hanno puntata contro le due modenesi chiedendo loro soldi e cellulari. Le giovani, terrorizzate, non hanno opposto resistenza e i tre se ne sono andati con un bottino di circa un centinaio di euro. Non si sa se l’arma utilizzata fosse vera o un giocattolo. Sull’episodio indagano i carabinieri. E proseguono senza sosta da parte dei militari, le ricerche della banda di albanesi che nella notte tra domenica e lunedì ha seminato il terrore in un’abitazione di Magreta, in strada Marzaglia 26. I 4 malviventi hanno fatto perdere le proprie tracce dopo aver asportato qualche migliaio di euro dalla cassaforte di casa e aver picchiato selvaggiamente la coppia di anziani padroni di casa e il figlio, che aveva tentato di difenderli. Secondo gli investigatori ad aver aggredito la famiglia sarebbero stati giovani ladri inesperti e violenti, che avrebbero perso il controllo della situazione in seguito al risveglio dei proprietari.


Riproduzione riservata © 2016 TRC