in:

Infortunio sul lavoro, questa mattina a Carpi. Un imprenditore edile è caduto da un’altezza di sei metri. Si è sfondato il tetto di un capannone che stava controllando.

Questa mattina stava effettuando un sopralluogo sul tetto di un capannone in disuso, in via Lombardia 27, a Carpi, per stabilire quali lavori erano necessari per rendere di nuovo funzionale lo stabile. Il titolare di un’impresa edile di Carpi, di 49 anni, era salito sulla sommità dell’edificio, quando, per cause ancora in corso d’accertamento, il tetto si è sfondato. L’uomo è precipitato per 6, 7 metri, piombando violentemente al suolo. Si è procurato varie fratture, ma era cosciente ed è riuscito a chiamare aiuto. L’ambulanza del 118 ha trasportato il 49enne all’ospedale Ramazzini di Carpi, le ferite sono gravi ma non tali da far temere per la vita dell’imprenditore. Sul posto, per verificare l’accaduto, la medicina del lavoro e la polizia del commissariato. Sono arrivati anche i vigili del fuoco per recuperare la porzione di tetto caduta a terra, un rivestimento di metallo ondulato probabilmente in eternit.


Riproduzione riservata © 2016 TRC