in:

Truffatori di nuovo in azione. Entrano nelle case degli anziani fingendosi addetti Hera. E la multiutility passa all’attacco.

Altre due truffe, ad altrettante anziane, anche oggi a Modena. Due uomini, giovani e ben vestiti, nel giro di un’ora si sono presentati a casa di due pensionate, una che vive in via Catellani e l’altra in via Archirola, e hanno chiesto di vedere i contatori, spacciandosi per dipendenti Hera. Ma una volta nelle case i due sono riusciti a raggirare le anziane e a rovistare in mobili e cassetti. Hanno rubato alle donne oro e contanti, per un danno da quantificare. Indaga la polizia. Scende in campo Hera E di fronte al moltiplicarsi di truffe e raggiri, soprattutto nei confronti degli anziani, anche Hera scende in campo per contrastare il fenomeno. Domani pomeriggio, alle 14.30, personale dell’azienda parteciperà a un incontro formativo nella sede della circoscrizione in piazzale Redecocca in collaborazione con le associazioni dei consumatori. Hera ricorda comunque che i tecnici si presentano nelle abitazioni private solamente su appuntamento; in nessun caso, inoltre, chi si è incaricato delle letture dei contatori, può effettuare incassi o rimborsi di denaro.


Riproduzione riservata © 2016 TRC