in:

In due giorni in Appennino sono caduti 240 millimetri di pioggia. Nelle prossime ore non sono previste piogge, ma una nuova perturbazione è attesa per l’inizio della settimana.

In due giorni sul crinale del nostro Appennino sono caduti 240 millimetri di pioggia; quasi 40 millimetri in pianura, da ieri sera fino alle sei di questa mattina, quando la perturbazione annunciata dagli esperti ha lasciato la nostra provincia. La situazione del meteo è per ora rassicurante: nelle prossime ore non sono previste piogge di forte intensità, ma una nuova perturbazione è attesa per l’inizio della settimana. Nella giornata di ieri era stata allertata la Protezione civile. Nel corso della notte la sede provinciale di Marzaglia ha coordinato il monitoraggio dei fiumi e dei corsi d’acqua principali. In mattinata l’ondata di piena del Secchia e del Panaro è passata senza problemi. I volontari della protezione civile hanno segnalato alcuni smottamenti in montagna, nei comuni di Pavullo e di Fiumalbo, ma si tratta di situazioni già note e soprattutto costantemente sotto controllo. Nessun problema, al momento, sulla viabilità principale.


Riproduzione riservata © 2016 TRC