in:

Condannati all’ergastolo Francesca Brandoli e Davide Ravarelli, per l’omicidio dell’ex marito di lei Christian Cavaletti. Una sentenza pesantissima, arrivata dopo 10 ore di Camera di consiglio. “E’ stata fatta giustizia” ha commentato la madre dell’artigiano ucciso, mentre in aula scoppiava il caos.

Ergastolo per la 36enne modenese Francesca Brandoli e per l’ex compagno Davide Ravarelli. La condanna più grave prevista dall’ordinamento giudiziario per i due responsabili dell’omicidio dell’ex marito di lei, Christian Cavaletti, l’artigiano 34enne massacrato davanti a casa sua, a Reggiolo, il 30 novembre del 2006. Una sentenza non facile, arrivata dopo 10 ore di camera di consiglio e risuonata nella corte d’assise del tribunale di Reggio Emilia come una pietra, di fronte agli sguardi attoniti degli imputati. Omicidio premeditato l’accusa, poi avvalorata dai giudici che hanno così confermato la tesi e le richieste del Pm Valentina Salvi. Soddisfatta e commossa la madre di Cavaletti. Un attimo dopo la sentenza è scoppiata la bagarre in aula, con accuse reciproche tra le famiglie dei due imputati. E’ dovuto intervenire il giudice Pietro Fanile. Una condanna giusta, secondo l’avvocato di parte civile, Enrico Della Capanna, che rappresentava il padre e i due figli piccoli dell’artigiano ucciso. Di avviso opposto i legali difensori dei due imputati "la battaglia continua in appello" hanno detto.


Riproduzione riservata © 2016 TRC