in:

Inizierà il 27 gennaio il processo che vede i vertici di Rfi e dirigenti locali rispondere del disastro ferroviario della Bolognina. Tutti hanno chiesto il rito abbreviato.

Rito abbreviato per i dieci imputati del processo per il disastro della Bolognina di Crevalcore che, il 7 gennaio del 2005, provocò 17 morti e decine di feriti nello scontro sulla linea Bologna – Verona tra un treno interregionale e un merci. Tra loro quattro modenesi. Il processo si celebrerà il 27 gennaio (parleranno il Pm e le parti civili) e il 12 febbraio (le difese), quindi dovrebbe arrivare la sentenza. Oggi l’udienza preliminare davanti al gup di Bologna Andrea Scarpa. Per più di quattro ore è stato interrogato Mauro Moretti, all’epoca amministratore delegato di Rfi, ora ricopre la stessa carica nelle Ferrovie di Stato. Moretti non ha rilasciato dichiarazioni, il suo difensore si è limitato a ribadire che non è stato lasciato nessun spazio alle accuse che sono state formulate, che sono di disastro ferroviario colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime.


Riproduzione riservata © 2016 TRC