in:

Un giovane trentino oscurava siti di partiti politici, inserendo al loro posto la pagina usata dalla polizia postale di Modena per quelli usati per attività illecte. Ma l’originale hacker è stato scoperto.

Oscurava siti di partiti politici, simulandone il sequestro da parte della polizia postale di Modena, finché i veri agenti della polpost non si sono presentati a casa sua, in provincia di Trento. Il giovane hacker, che non aveva preferenze politiche, nel giro di un mese aveva nascosto l’home page di due segreterie locali di Forza Italia, una lombarda e una sarda, e di una segreteria veneta del Pd. Al loro posto aveva inserito la pagina creata dalla polizia di Modena per nascondere i siti utilizzati per attività illecite. Inevitabile l’allarme dei segretari di partito, seguito da segnalazioni. Gli agenti, attraverso le tracce informatiche lasciate dall’hacker, sono arrivati ai suoi computer, e alla sua abitazione. Il giovane, 33enne trentino, cuoco e incensurato, è stato denunciato per accesso abusivo a sistema informatico. Ha detto di aver agito per noia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC