in:

Cibo mal conservato, giochi e cosmetici tossici, e medicinali scaduti: questo hanno trovato i nas durante controlli in esercizi commerciali di Modena e provincia. Denunciati due cinesi, due italiani e un ghanese.

150 chili fra carne e pesce surgelati, non correttamente conservati e quindi in violazione alla specifica legge nazionale. Tanto hanno trovato i carabinieri del nucleo antisofisticazione di Parma, in collaborazione con i colleghi modenesi, durante servizi mirati, e disposti da Roma, su esercizi commerciali della città e della provincia. Su 15 ristoranti cinesi, in due, entrambi della provincia, è stato trovato il cibo non correttamente trattato, oltre ad alcuni libretti sanitari non conformi alla normativa regionale. I due titolari dei ristoranti, due cinesi di 38 e 42 anni, sono stati denunciati. Ma le ispezioni non hanno riguardato solo locali asiatici: sempre nei comuni della provincia modenese, sono stati trovati due negozi che vendevano merce potenzialmente tossica, e importata dall’Asia. In un caso sono state sequestrate 700 confezioni di smalto prodotto con una sostanza che se ingerita, anche incidentalmente, risulta velenosa: denunciato il titolare dell’esercizio, un italiano di 50 anni. Nel secondo negozio sono state trovate 250 confezioni di tappettini per bambini, che all’analisi sono risultati composti di particelle che a contatto con la saliva rilasciano sostanze tossiche: erano giocattoli destinati a bambini anche piccoli, che spesso mettono in bocca quello che trovano sotto mano. Denunciato anche in questo caso il titolare, italiano, di 55 anni. Infine, in un supermercato etnico di Modena, gestito da un ghanese di 34 anni, i carabinieri hanno trovato 20 confezioni di farmaci scaduti, dagli antidolorifici agli antinfiammatori, e altre 60 di prodotti per la medicazione di cui è vietata la vendita in Italia. Denunciato il titolare, anche per esercizio abusivo della professione, visto che il negozio non aveva le autorizzazioni per i farmaci. Il valore complessivo della merce sequestrata è di circa 15mila euro.


Riproduzione riservata © 2016 TRC