in:

Presa a Sassuolo una banda che riforniva la zona del Secchia di cocaina. In manette spacciatori anche a Modena e Mirandola.

Dopo serrate indagini la polizia di Sassuolo ieri ha fatto scattare le manette ai polsi di tre marocchini clandestini, due di 25 anni e un 31enne, ritenuti responsabili di rifornire di droga la zona del Secchia. Al momento dell’arresto i tre addosso avevano cento dosi di cocaina, circa un etto, e quasi 4mila euro in contanti. Gli agenti hanno anche perquisito l’abitazione degli immigrati, recuperando 20 cellulari, alcuni oggetto di furto, usati per contattare i clienti, e due motorini, rubati a Bologna, che alla banda servivano per gli spostamenti. Le indagini erano partite qualche tempo fa, dopo la segnalazione da parte di alcuni cittadini su strani movimenti nella zona Secchia di Sassuolo, e dopo una rapina avvenuta settimane fa ai danni di una coppia che passeggiava in strada nel quartiere. Arrestato, poi, ieri pomeriggio dalla polizia municipale di Modena un tunisino clandestino di 25 anni, che era stato notato vicino alla rotatoria di piazza natale Bruni mentre tentava di vedere droga. E la polizia di Mirandola, sempre ieri, ha arrestato un marocchino di 37anni sorpreso a spacciare hascisc, di sera, in un parco cittadino.


Riproduzione riservata © 2016 TRC